Privacy

Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali
I. Premessa.
La Legge 675/96 è stata sostituita dalla legge 196/2003 che disciplina il trattamento dei dati personali intendendosi per tale la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione, ovvero la combinazione di due o più di tali operazioni aventi ad oggetto i dati in questione.
La legge prevede altresì che al soggetto interessato vengano fornite alcune informazioni che sono state incluse nel presente modulo di informativa.
II. Fonte dei dati personali.
I dati personali in possesso dell’azienda sono raccolti direttamente presso l’interessato ovvero presso terzi. Nel primo caso l’informativa viene fornita direttamente all’interessato all’atto della raccolta dei dati, nel secondo caso gli è inviata all’atto della loro registrazione o, qualora sia prevista la loro comunicazione, non oltre la prima comunicazione.
Tutti i dati raccolti verranno ovviamente trattati nel rispetto della normativa vigente.
III. Finalità del trattamento cui sono destinati i dati.
I dati personali potranno essere trattati per:
1. l’adempimento agii obblighi previsti da leggi, da regolamenti e dalla normativa comunitaria ovvero a disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e controllo (ad esempio obblighi previsti dalla normativa antiriciclaggio);
2. finalità strettamente connesse e strumentali alla gestione dei rapporti con la clientela;
3. rilevazione del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi resi dall’azienda svolta dalla stessa o tramite terzi mediante interviste personali o telefoniche, questionari, ecc. ;
4. la promozione e la vendita di prodotti e servizi dell’azienda o di società terze attraverso lettere, materiale pubblicitario, sistemi di telecomunicazione, ecc.;
5. elaborazione di studi e ricerche di mercato effettuate mediante interviste personali o telefoniche, questionari, ecc.;
6. svolgimento di attività di pubbliche relazioni;
Il conferimento dei dati personali necessari a tali finalità non è obbligatorio. Qualora tali dati vengano forniti, il loro trattamento richiede il consenso.
IV . Dati sensibili.
L’art. 22 della Legge 675/96 ora sostituito con l’Art. 20 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Principi applicabili al trattamento di dati sensibili)
definisce sensibili quei dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica dell’interessato; le sue convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere; le opinioni politiche o l’adesione ad associazioni politiche, sindacali, religiose, filosofiche; lo stato di salute e la vita sessuale. Tali dati possono formare oggetto di trattamento soltanto con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante.
V. Modalità di trattamento dei dati.
In relazione alle indicate finalità il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.
Tale trattamento potrà essere effettuato. per conto dell’azienda per le finalità e con le modalità sopra illustrate, anche da terzi nominati Responsabili per quanto attiene ai trattamenti da loro effettuati – che forniscono alla azienda specifici servizi elaborativi o comunque strumentali, necessari all’esecuzione delle operazioni o dei servizi richiesti dai clienti o loro offerti.
VI. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati, come da Art.7 e da Art.13 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
I dati detenuti dall’azienda possono essere comunicati senza che sia necessario il consenso del soggetto interessato alle aziende ad essa collegate ovvero ad aziende esterne incaricate per l’effettuazione di specifici servizi rientranti nelle finalità espresse al punto III.
VII. Diritti dell’interessato.
L’art.7 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 definisce i diritti dei soggetti di ottenere, a cura del titolare o del responsabile, senza ritardo:
1. la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento;la richiesta può essere rinnovata, salva l’esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
3. l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, qualora vi abbia interesse, l’integrazione dei dati;
4. l’attestazione che le operazioni di cui ai numeri 2) e 3) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
d) di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
e) di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che lo riguardano, previsto a fini di informazioni commerciali o di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale interattiva e di essere informato dal titolare, non oltre il momento in cui i dati sono comunicati o diffusi, della possibilità di esercitare gratuitamente tale diritto.
2. Per ciascuna richiesta di cui al comma 1, lettera c), numero 1), può essere chiesto all’interessato, ove non risulti confermata l’esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal regolamento di cui all’articolo 33, comma 3.
3. I diritti di cui al comma 1 riferiti ai dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse.
4. Nell’esercizio dei diritti di cui al comma 1 l’interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche o ad associazioni.
5. Restano ferme le norme sul segreto professionale degli esercenti la professione di giornalista, limitatamente alla fonte della notizia.
(omissis)

VIII. Titolare e Responsabile.

Il Titolare del trattamento dei suoi dati personali è la SUD MARMI s.r.l. con sede sociale C.da Piano Alastri – Zona Industriale 91015 Custonaci (TP) – Italia. Il Responsabile è il Prof. Mario Pellegrino.